La Biblioteca Nazionale Centrale apre le porte alla Notte bianca a Firenze

30 aprile, dalle 19,30 alle 23,30

In occasione della Notte Bianca dei bambini 2012  la BNCF aprirà dalle ore 19.30 alle ore 23.30 con un programma di musica e teatro!

 

Saranno organizzate visite guidate alla Biblioteca e alla Mostra La Biblioteca dei miei ragazzi indirizzate prevalentemente ai bambini quindi ci saranno 4 intermezzi pianistici in sala Galileo a cura del Conservatorio Cherubini e lo spettacolo Pinocchio che non c'è a cura della Compagnia delle Seggiole

 

Programma dei Concerti

 

Ore 20.30-21,30

Classe di pianoforte di Giuseppe Fricelli, pianisti Petra Cini, Sara Palombo. In programma musiche di Mozart, Beethoven, Brahms, Bartòk, Liszt

Ore 22.30-23,30

Classe di pianoforte di Giovanni Carmassi, Pianisti Jonathan Rossi Ferrucci,  Ilaria Baldaccini. In programma musiche di Scriabin, Schumann, Poulenc, Bach, Liszt  

                                       

                                          La Compagnia delle Seggiole

presenta

PINOCCHIO NON C'E'

                                                         di Orvelio Scotti

 

divertimento radiofonico

ridotto e adattato dal testo di Carlo Lorenzini

 

a cura di: SABRINA TINALLI

effetti sonori curati e realizzati da: VANNI CASSORI

 

con (in ordine alfabetico)

FABIO BARONTI

LUCA CARTOCCI

MASSIMO MANCONI

LUCA MARRAS

SABRINA TINALLI

SILVIA VETTORI

 

 

È possibile raccontare una storia senza il suo protagonista principale?

Anche se il protagonista è ormai famoso da oltre un secolo?

Anche se il protagonista si chiama Pinocchio e lo conoscono tutti, grandi e piccini, in tutto il mondo?

Ebbene... sì!

Questa sfida l'ha già vinta Orvelio Scotti quasi trent'anni fa, scrivendo una commedia che raccontava le peripezie del burattino più celebre al mondo senza che il protagonista dicesse una sola battuta!

La Compagnia delle Seggiole rilancia questa sfida raccontando la medesima storia con uno strumento a noi ormai consueto... la radio!

Strumento che ci permette di divertire gli adulti e... questa volta... anche i bambini!

Strumento che, visto che per noi il teatro è parola... ci lascia solo quella a disposizione!

Strumento che consente al nostro pubblico, che ormai da sei anni segue con passione i nostri Radiogialli di Ellery Queen, di riappropriarsi del proprio immaginario, di fantasticare lasciandosi portar via dall'ascolto, al quale, non siamo più abituati... e ritornare a sognare!

E quindi diamo il via alla storia del nostro burattino... antica e sempre nuova!

Buon sogno a tutti!



doc. n. 1402 del 27/04/2012