Conferenza: Immagini e canti della devozione medievale

Venerdì 21 giugno 2013 ore 16.30

 

La nascita delle compagnie dei laudesi dell'Italia centrale è legata alla diffusione del culto della Madonna nel tardo Medioevo. Non fu una coincidenza che a Firenze tre conventi di frati fossero dedicati alla Madonna (Santa Maria Novella. SS. Annunziata e Santa Maria del Carmine) e che anche la cattedrale nel 1296 cambiasse nome da Santa Reparata a Santa Maria del Fiore.
Il canto delle laudi in volgare fu una caratteristica comune alle cerimonie di queste compagnie e ogni giorno dell'anno arrivò ad avere le sue proprie laudi.
I canti venivano rilegati insieme in raccolte chiamate laudari. Tra i meglio conservati in Italia vi sono i due manoscritti appartenuti alle compagnie fiorentine dei laudesi di Santo Spirito e di Sant'Egidio, che risalgono alla seconda metà del Trecento. Il Laudario di Santo spirito (B.R.18) e quello di Sant'Egidio (B.R.19), sono i due magnifici codici miniati della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze di cui parleranno Ada Labriola e Francesco Zimei in occasione della Festa della Musica 2013.
 

 



doc. n. 1544 del 17/06/2013