Mostra di libri d'artista di Agostino Bonalumi

Fino al 4 ottobre 2013


Agostino Bonalumi alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Mostra dei libri d’artista di Agostino Bonalumi



Inaugurazioe:  9 settembre 2013, ore 17.00. Sala Dante. La mostra proseguirà sino al 4 ottobre 2013
All'inaugurazione interverranno:

  • Maria Letizia Sebastiani, direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze,
  • Egidio Fiorin, Edizioni Colophon, Sergio Risaliti (storico dell’arte)


Con la mostra dei libri d’artista di Agostino Bonalumi e con la donazione da parte dell’artista e della casa editrice Colophon della sua opera più recente, L’io e l’altrove con prefazione di Cesare De Michelis, raffinata edizione in cento esemplari numerati, la BNCF prosegue la sua collaborazione con la casa editrice Colophon e il suo direttore, Egidio Fiorin, che nel 2008 trovò la prima presentazione pubblica con la mostra: Vola alta parola: vent’anni di Edizioni Colophon.
I libri d’artista che Egidio Fiorin pubblica con la sua indefessa attività, ormai quasi trentennale, vengono ad arricchire il prestigioso Fondo del Libro d’artista che pone la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze a livello delle più importanti raccolte pubbliche europee e extraeuropee nel campo dell'editoria d'arte contemporanea.

 Informazioni: BNCF 055 24919201- mail: bnc-fi@beniculturali.it; Edizioni Colophon, Belluno (cell. 335 6751854 )

La Mostra:

Il primo libro, Quattro canzoni, quattro incisioni risale al 1991 e oltre alle quattro immagini ispirate ai canti del Petrarca, presenta due estroflessioni in prima e in quarta di copertina, inequivocabilmente ascrivibili all’artista.
Ma Agostino Bonalumi (Vimercate, 1935) oltre che artista fra i più significativi della seconda metà del XX° secolo, è anche valente poeta. Lo testimoniano, in questa organica esposizione del suo lavoro nella Tribuna Dantesca della Nazionale di Firenze, le edizioni realizzate nel corso degli anni con vari editori. Ultimo fra tutti L’io e l’altrove con prefazione di Cesare De Michelis, raffinata edizione in cento esemplari numerati che comprende due estroflessioni  in un contenitore in legno realizzato da Fabio Reolon e legatura artigianale di Sandro Francescon.

consulta il comunicato stampa completo

chiare, fresche et dolci acque

 



doc. n. 1566 del 03/09/2013