Tra Arte e Moda. Periodici del Novecento. Mostra

Dal 20 maggio al 15 ottobre 2016

 

 BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE

 

Tra Arte e Moda. Periodici del Novecento

UN CAPITOLO DELLA MOSTRA IDEATA E CURATA DALLA FONDAZIONE FERRAGAMO E DAL MUSEO SALVATORE FERRAGAMO-NEGLI SPAZI DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE VENGONO ESPOSTI OLTRE 140 PEZZI DALLA FONDAMENTALE COLLEZIONE DI PERIODICI E RIVISTE DELLA BIBLIOTECA


 

Tra Arte e Moda, la nuova mostra ideata e curata dalla Fondazione Ferragamo e dal Museo Salvatore Ferragamo, che si inaugurerà nella sede del Museo Salvatore Ferragamo il 18 maggio 2016, riflette il complesso rapporto tra arte e moda, analizzando le forme di dialogo tra i due mondi: contaminazioni, sovrapposizioni e collaborazioni, dalle esperienze dei Preraffaelliti, a quelle del Futurismo, dalle complesse vicende del Surrealismo a quelle del Radical Fashion, soffermando l’attenzione su alcuni atelier degli anni cinquanta e sessanta, luogo di studio e di incontri, e sulla nascita della cultura della celebrità per proseguire fino alle sperimentazioni degli anni novanta e arrivare ad interrogarsi se nell’industria culturale contemporanea si possa ancora parlare di mondi distinti o di un fluido gioco di ruoli.

La particolarità di questo progetto espositivo risiede nella collaborazione con altre istituzioni culturali e nella dislocazione in più sedi della mostra: a Firenze la Biblioteca Nazionale Centrale, le Gallerie degli Uffizi, Galleria d’arte moderna e Galleria del Costume di Palazzo Pitti; il Museo Marino Marini, il Museo Salvatore Ferragamo e il Museo del Tessuto di Prato.


La Biblioteca Nazionale ha partecipato al progetto mettendo a disposizione, dal 20 maggio al 15 ottobre, la sua straordinaria raccolta di periodici e riviste, la più ricca in Italia per copertura cronologica e territoriale, che rappresenta un corpus documentario unico ed eccezionalmente rappresentativo della storia e cultura della Nazione. 

Se ogni raccolta di periodici è per natura multiforme, e, proprio per questo, di non semplice esplorazione, orientarsi e tracciare percorsi di ricerca all’interno di una collezione così ampia, stratificata ed articolata come quella della BNCF significa doversi districare tra pubblicazioni diverse per contenuti, intenti, linguaggi, destinatari: ciascuna di esse apre una finestra sulla vita, sulla società, sulla cultura del paese e svela rapporti complessi come quello, oggetto della mostra, tra arte e moda. Non sono solo i periodici di settore a riferire dei continui incontri tra il mondo dell’arte e quello della moda, ma anche quelli che non si occupano direttamente o prevalentemente di questi argomenti. Riviste letterarie, di grande informazione, femminili, sperimentali, tecniche, fumetti, quotidiani, hanno documentato da prospettive diverse i flussi tra arte e moda: ora riportando puntualmente notizie su esposizioni ed eventi legati a vari centri artistici e di produzione o a particolari personaggi, ora accogliendo contributi e illustrazioni dei principali protagonisti della scena artistica e della moda, ora soffermandosi su singole esperienze di artisti operanti nell’ambito della moda. In questo senso, l’attraversamento della collezione dei periodici seguendo il fil rouge della stretta connessione tra arte e moda nel corso del Novecento proposto dalla Mostra Tra Arte e Moda. Periodici italiani nel Novecento è soltanto uno degli itinerari possibili in un archivio che offre infinite possibilità di esplorazione.

Negli oltre 140 pezzi esposti nelle suggestive sale della BNCF, fra gli straordinari manifesti di Marcello Dudovich, di Cappiello, di Beltrame e di altri grandi artisti in prestito dalla Fondazione Cirulli, che fanno da cornice alle bacheche espositive della Sala Galileo, si potranno ammirare le pagine della rivista Vita d’arte, con le preziose cronache di costume di Rosa Genoni, insieme a quelle del patinato mensile Lidel, che dà spazio alla letteratura, all’arte, ma anche all’arredamento, alla moda con le illustrazioni di Piero Bernardini, Brunetta, Sergio Tofano e molti altri e ancora Novissima. Albo d’arti e lettere, per molti l’espressione più elegante del liberty italiano, con le sue  litografie, fregi e disegni dei maggiori illustratori italiani del primo Novecento come Balla, Casorati, De Karolis, Sartorio, Cambellotti, Dudovich, accompagnati dai testi di grandi autori come Croce, Capuana, D’Annunzio, Pascoli, Pirandello, Deledda, Di Giacomo.

LEONETTO CAPPIELLO

Curata da Stefania Ricci e Luca Scarlini, con la collaborazione di Anna Nicolò e Francesca Piani, la mostra, a ingresso libero, è visitabile nei giorni di apertura della Biblioteca dalle 10 alle 18 (sabato 10-13).

  ENRICO SACCHETTI

 

Le altre sedi della Mostra:

 

Tra Arte e Moda

Museo Salvatore Ferragamo,

Firenze

19 maggio 2016 -

7 aprile 2017

 

Tra Arte e Moda

Ottocento alla Moda

Sala del Fiorino – Gallerie degli

Uffizi, Galleria d’arte moderna

di Palazzo Pitti, Firenze

19 maggio – 24 luglio 2016

 

Tra Arte e Moda

Collaborazioni

Museo Marino Marini, Firenze

19 maggio – 31 luglio 2016

 

Tra Arte e Moda

Nostalgia del futuro nei tessuti

d’artista del Dopoguerra

Museo del Tessuto, Prato

21 maggio 2016 -

19 febbraio 2017

INVITO FERRAGAMO BIBLIOTECA 



doc. n. 1831 del 08/05/2016 mod. il 01/07/2016