PRESENTAZIONE

La mostra Trattati di architettura militare 1521 - 1807 fa parte delle molteplici attività che la BNCF svolge al fine di valorizzare i propri fondi. In questa occasione, nella consapevolezza che la Biblioteca conserva, sparsi nelle sue numerose raccolte, uno dei fondi più cospicui a livello mondiale, sono stati selezionati, con la guida dotta e disponibile del Generale Amelio Fara i trattati di architettura rappresentati nelle loro prime edizioni. La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze possiede quasi tutte le prime edizioni dei trattati italiani di architettura militare dei secoli XVI, XVII, XVIII. Questo 'genere letterario' nasce in Italia e si sviluppa pienamente nel XV secolo, in relazione anche alla storia dello sviluppo morfologico delle città italiane, la cui urbanizzazione precedette quella di altri centri europei, sia pure importanti dal punto di vista demografico ed economico. Si apre quindi il grande secolo della trattatistica architettonica rivolta indifferentemente agli aspetti sia civili che militari dei problemi. Queste le premesse teoriche della compresenza nella mostra di trattati di architettura civile e militare, come di trattati balistici.


Invito alla consultazione del sito
Il percorso Esposizione introduce il lettore ai temi della trattatistica militare nelle prime edizioni italiane, dal Libro della arte della guerra di Niccolò Machiavelli (1521) alle Opere di Raimondo Montecuccoli illlustrate da Ugo Foscolo (1807).
L'Indice alfebetico e cronologico raccoglie tutte le prime edizioni italiane indicando per ciascun trattato la collocazione nei fondi della BNCF. Inoltre ciascuno trattato è illustrato dal frontespizio e, quando disponibile, da una selezione iconografica.
Per chi volesse approfondire i temi della mostra, la Bibliografia suggerisce un insieme di opere moderne sui trattati di architettura militare.


 

COPYRIGHT, BNCF Ultimo aggiornamento 18 Giugno 2002