Un centro per il trattamento dei libri e documenti bagnati mediante la liofilizzazione nel Laboratorio di restauro della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
 
 

Il laboratorio di restauro della Biblioteca nazionale centrale di Firenze è dotato di un’ attrezzatura per la liofilizzazione di documenti grafici bagnati e successivamente congelati, a cui possono far riferimento quelle biblioteche pubbliche che si trovassero a dover fronteggiare le emergenze in seguito ad alluvioni, allagamenti o infiltrazioni d’acqua.

Questo sistema permette di bloccare con il forte abbassamento della temperatura (surgelamento) lo sviluppo di microrganismi che proliferano molto rapidamente su materiali organici bagnati, in condizioni di Umidità Relativa (U.R.) e temperatura elevate. Il sistema prevede l’immissione dei volumi bagnati in particolari frigoriferi (abbattitori), in grado di portare la temperatura di surgelamento a -40/ -50°C, e la loro successiva conservazione in congelatori che mantengono la temperatura a circa

-20°C. Qui i libri rimangono in attesa della successiva liofilizzazione (vacuum freeze drying) che avviene sistemandoli nell’apposita macchina, in cui viene creato il vuoto e che è in grado di sublimare il ghiaccio (garantisce cioè il passaggio dallo stato di ghiaccio a quello di vapore senza passare per la fase liquida), restituendo, alla fine di un periodo più o meno lungo, un volume "integro", privo delle note deformazioni successive all’asciugatura ad aria calda e praticamente pronto per essere reinserito in magazzino. Questo sistema è consigliato in special modo per libri costituiti tutti o in parte di carte patinate le quali, con la normale essiccazione, si trasformerebbero in un blocco impossibile da sfogliare. Dopo il surgelamento, comunque, è sempre possibile programmare un restauro tradizionale, facendo prima scongelare il libro a temperatura ambiente.

In caso di necessità, si può contattare il Laboratorio di restauro per l’eventuale invio del materiale bagnato o anche semplicemente per una consulenza su come affrontare l’emergenza.

Preparazione del materiale :

Se possibile (ma non è essenziale), sciacquare i libri bagnati in acqua a temperatura ambiente, per togliere agglomerati di fango sui bordi e tra le pagine. Impacchettarli quindi in normali sacchetti di plastica (del tipo di quelli usati per il congelamento degli alimenti) oppure avvolgerli in un film di polietilene. Per il trasporto, usare delle casse di plastica dura (come quelle solitamente usate per i traslochi o per gli stessi spostamenti di libri) e sistemarvi i volumi senza mai appoggiarli dalla parte del taglio davanti.


Laboratorio di restauro
Indirizzo: Piazza s. Ambrogio, 2 - 50121 FIRENZE
Fax e n. telefonico: 055/245539
E-mail: restauro@bncf.firenze.sbn.it

 
http://www.bncf.firenze.sbn.it/notizie/centroTrattamentoRestauro.htm
Home Page Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
n° doc.186 del 08/01/2001