Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Biblioteca Nazionale Centrale Firenze
Gabinetto Viesseux

Il viaggio in Toscana fra XVIII e XIX secolo  


Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
23 marzo 2007 - 21 aprile 2007
prorogata al 1° maggio

Con la collaborazione di:
Torino Capitale del libro con Roma, Associazione Oltre l'arte, Fondazione Romualdo Del Bianco-
Allestimenti: Tullio Parronchi (art director PromoFirenze)

Inaugurazione Mostra venerdì 23 marzo 2007 ore 17,00
Biblioteca Nazionale Centrale Piazza Cavalleggeri, 1- Firenze

Interventi di:
On. Andrea Marcucci , Sottosegretario del Ministero per i Beni e le attività culturali
Luciano Scala, Direttore generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali
On. Rolando Picchioni, Fondazione per il libro, la musica e la cultura -Torino capitale del libro con Roma
Antonia Ida Fontana, Direttrice della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze,
Giovanni Gozzini, Direttore del Gabinetto G.P. Vieusseux
Seguirà la Lectio magistralis del professor Attilio Brilli

 

Organizzata dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, con la collaborazione del Gabinetto scientifico Letterario Giovan Pietro Vieusseux, la Mostra si inserisce nelle iniziative che costellano il percorso del Grand re-tour all'interno delle manifestazioni di Torino Capitale Mondiale del Libro con Roma. Attraverso testi e materiale iconografico e cartografico dell'epoca, guidati dalle testimonianze dei viaggiatori stranieri che, con le loro osservazioni, hanno saputo fornire nuove chiavi di interpretazioni utili alla storia letteraria, economica e del costume i visitatori potranno accostarsi ad un interessante capitolo della storia non solo letteraria europea, con il concorso dell'omonimo prodotto multimediale, realizzato dalla BNCF in collaborazione con la ditta Space nell'ambito dell'iniziativa internazionale Bibliotheca Universalis e visibile alla URL http://grandtour.bncf.firenze.sbn.it
Lungo il percorso della Mostra i visitatori saranno accompagnati da un suggestivo allestimento scenografico, curato dall'Associazione Oltre l'arte con il concorso di alcuni fra i migliori esponenti della tradizione dell'artigianato d'arte fiorentina che forniranno manufatti relativi agli usi e costumi dei viaggiatori dell'epoca.
Nella suggestiva cornice della Tribuna dantesca saranno invece esposte mappe e vedute appartenenti alle collezioni magliabechiana e palatina, insieme a preziosi volumi appartenenti ai fondi Olschki, Palatino e Magliabechiano e alla sezione manoscritti e rari della BNCF: si tratta di guide, racconti di viaggio, notizie storiche e descrizioni dedicate alle città toscane osservate con l'occhio attento e ammirato del viaggiatore. 'Tout m'interesse, tout m'etonne' dirà nel 1728 il barone di Montesquieu, facendosi così portavoce della nuova idea di viaggio: è infatti il momento in cui, nella storia della mentalità collettiva, il viaggio acquista valore per le sue intrinseche proprietà. Indipendente dalla soddisfazione di questo o quel bisogno, si propone esso stesso come unico e solo fine, in nome di una curiosità fattasi più audace, in nome del sapere e della conoscenza da un lato e del piacere dell'evasione, del puro divertimento dall'altro. Questa idea innovativa aveva cominciato a diffondersi in Europa sul finire del XVI secolo e si era incarnata nella voga del 'viaggio in Italia', che, pur praticato da tempo, si configurerà come istituzione solo alla fine del secolo successivo, quando diventa la tappa privilegiata di un 'giro' che i giovani rampolli dell'aristocrazia europea, gli artisti, gli uomini di cultura, cominciano a intraprendere con regolarità. Il 'giro' presto diventa una moda e ad esso è assegnata anche una dicitura internazionale: il Grand Tour.
Il percorso espositivo seguirà i principali itinerari di accesso a Firenze, da ovest secondo la direttrice Livorno, Pisa, Lucca, da nord a partire da Bologna, da sud est a partire da Perugia e toccando Arezzo e Cortona e infine da sud Radicofani, Siena, Volterra. Al centro l'arrivo a Firenze con le vedute delle sue piazze e dei suoi edifici e un particolare rilievo dato all'ospitalità per i viaggiatori che registravano nome e recapito nel Libro dei Soci del Gabinetto scientifico letterario G.P. Vieusseux.
Nel corso della mostra uno schermo presenterà l'Archivio digitale di illustrazioni di viaggio dell'Ottocento realizzato presso il Centro Romantico del Gabinetto Vieusseux e finalizzato all'uso delle immagini come fonte storica.

All'esterno dello spazio espositivo dedicato alla mostra saranno presentati il video estratto dai contenuti del portale Grand tour: il viaggio in Toscana dei viaggiatori inglesi e francesi dalla fine del XVII agli inizi del XIX secolo, a cura della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, realizzato dalla società SPACE s.p.a. e il video dell' Archivio digitale di illustrazioni di viaggio dell'Ottocento realizzato a cura del Centro Romantico del Gabinetto Vieusseux

Ingresso libero

Orario: Lunedì-Venerdì 10-12,30 - 15-18; Sabato 10,00-12,30; Domenica e festivi chiuso

Info: Silvia Alessandri silvia.alessandri@bncf.firenze.sbn.it, Tel. 055 24919322

E' possibile prenotare visite guidate telefonando a:
Francesca Filippeschi francesca.filippeschi@bncf.firenze.sbn.it, Tel. 055 24919257


http://www.bncf.firenze.sbn.it/notizie/testi/grandretour.htm
Home Page Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
n° doc 465 del 19/03/2007