Scuole di lettura in Biblioteca
7 marzo - 30 maggio 2000

 

 

Martedì 2 maggio alle ore 17 e 30 presso la Sala Lorenzo, in via Tripoli 36, si svolge l'incontro con Moni Ovadia. Nato a Plovdiv in Bulgaria nel 1946 da famiglia ebraica, Ovadia si laurea a Milano in Scienze Politiche ed inizia la sua attività artistica, come cantante e musicista, negli anni Settanta, dedicandosi allo studio della musica tradizionale dei paesi dell'area balcanica. Dal 1984 inizia il suo lavoro teatrale vero e proprio, che s'impone al grande pubblico nel 1993 con Oylem Goylem, una sorta di "teatro musicale" in forma di cabaret. Nel 1996 riscuote grande successo il suo spettacolo Ballata di fine millennio. Oltre alle regie teatrali, alle numerose collaborazioni nel cinema e con RadioRai, Ovadia ha scritto Perché no? L'ebreo corrosivo (1996), l'autobiografia Speriamo che tenga (1998) e l'antologia L'ebreo che ride: l'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle (1998). Nell'incontro del 2 maggio leggerà brani dal suo ultimo libro, scritto in collaborazione con Mara Cantoni, Ballata di fine millennio (Einaudi).

Dal 7 marzo è iniziato il secondo ciclo delle Scuole di lettura in Biblioteca 2000, iniziativa promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nelle principali biblioteche pubbliche italiane con lo scopo di incentivare la lettura nel nostro Paese, attraverso incontri con scrittori che proporranno al pubblico brani dei loro testi. Questa seconda edizione di "letture in viva voce" coinvolge duecentosessantasette autori, nessuno dei quali aveva partecipato al primo ciclo, con incontri in ventidue biblioteche statali di diciannove città, tutti i martedì pomeriggio dal 7 marzo al 30 maggio 2000.
I "Martedì in biblioteca" di quest'edizione vogliono incoraggiare un'esplorazione più ampia nel mondo della scrittura contemporanea italiana e dei suoi protagonisti, aprendo luoghi elitari, come spesso sono le nostre biblioteche storiche, ad un pubblico più vasto. Gli autori che hanno aderito al progetto sono di formazione e di ambiti diversi ed eterogenei: giornalisti, scrittori affermati e giovani esordienti, poeti, filosofi, ma anche autori di teatro, cinema, fumetto e di altri diversi linguaggi, che leggeranno brani di loro testi, già usciti o di prossima pubblicazione. I dodici appuntamenti in programma alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze si svolgeranno tutti i martedì alle ore 17 e 30, a parte i primi tre alle ore 16 e 30, nella Sala Lorenzo in via Tripoli 36, a pochi metri dalla sede storica di piazza Cavalleggeri.

 
http://www.bncf.firenze.sbn.it/notizie/testi/incontroovadia.htm
Home Page Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
n° doc.156 del 29/04/2000