Bibliografia nazionale italiana - Musica a stampa

 

 


BIBLIOGRAFIA NAZIONALE ITALIANA

Musica a stampa
            

 
CONTENUTO E COPERTURA
Dal 1997 la BNI segnala  una selezione delle pubblicazioni musicali edite e/o prodotte in Italia soggette a consegna a norma di legge alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze. Le pubblicazioni sono descritte seguendo l'ordine in cui sono pervenute alla Biblioteca, l'annata della BNI corrisponde quindi all'anno in cui le pubblicazioni vengono depositate.

PERIODICITA’
Semestrale dal 1997.

STANDARD E STRUMENTI DI LAVORO IMPIEGATI
Le norme applicate nella redazione delle schede sono le REICAT (Regole italiane di catalogazione) dall'annata 2009, il Nuovo soggettario dal 2007 e la 15. edizione ridotta originale della Dewey Decimal classification  Le informazioni bibliografiche sono inoltre registrate in archivi elettronici nel formato UNIMARC.

STRUTTURA E ORDINAMENTO DELLE SCHEDE
Le descrizioni sono strutturate secondo l'edizione consolidata ISBD (International standard bibliographic description).

Di regola sono completate da un'intestazione (principale) e da un tracciato in cui sono riportate le formulazioni di soggetto (numerate con numeri arabi) e altre intestazioni (numerate con numeri romani). Il numero di classificazione è collocato in basso a sinistra.
Nella presentazione dell'intestazione è stata introdotta una punteggiatura normalizzata, sia al fine di scandire in modo più preciso gli elementi della intestazione stessa, sia in funzione dell'ordinamento.
Le schede sono distribuite nei fascicoli della BNI secondo uno schema della DDC basato sulla 15. edizione ridotta del sistema.
Sotto ciascuna vedetta le schede sono disposte in ordine alfabetico, con l'avvertenza che i simboli non alfabetici e i numeri precedono, in quest'ordine, le lettere dell'alfabeto. Le schede sono numerate progressivamente (in basso a sinistra), dal primo all'ultimo fascicolo di ogni annata della BNI, secondo l'ordine risultante da detto ordinamento.

INDICI
Cinque indici, per autori (persona ed enti), per titoli, per collezioni, per soggetti, corredano ciascun fascicolo della BNI/Musica a stampa. Il riferimento alle schede avviene per mezzo del numero progressivo.
Le voci contenute negli indici non sono soltanto quelle indicate nel tracciato delle schede ma numerose altre, nell'intento di facilitare quanto più possibile la ricerca.


MUSICA A STAMPA NON DESCRITTA
La BNI esclude il materiale che per sua natura è destinato a gruppi e categorie particolari di persone, o legato a finalità pratiche di carattere interno o privato e quanto abbia interesse effimero. È altresì escluso il materiale non librario.




doc. n. 1030 del 30/07/2009 mod. il 26/05/2016