La Biblioteca - Consultazione del materiale antico e speciale - Sala manoscritti


La Sala manoscritti è riservata alla  consultazione di tutti i manoscritti, degli incunaboli e della collezione dei carteggi posseduti dalla BNCF. Sono conservate presso i magazzini della Sezione manoscritti raccolte di materiale a stampa di particolare pregio o rarità (Rari Palatini e Magliabechiani, Postillati, carte geografiche, edizioni a tiratura molto limitata, ecc.). Sala manoscritti della BNCF

Per  manoscritti, incunaboli, carteggi ed alcuni fondi a stampa (ad esempio il fondo Guicciardini)  sono disponibili in Sala una serie di cataloghi e di inventari topografici specifici, manoscritti o a stampa, a volume o a schede.
 

L'accesso alla Sala manoscritti è autorizzato dal responsabile della Sala secondo le seguenti modalità:

Con presentazione di un documento che attesti la posizione professionale:

  • docenti di ogni ordine e grado di scuola compresa l'università -ricercatori universitari;
  • ricercatori del CNR e di organizzazioni di ricerca scientifica analoghe;
  • bibliotecari, archivisti, documentalisti, storici dell'arte, archeologi, etc.;
  • impiegati dello Stato.

Con presentazione di un certificato dell'Università in cui sia specificata la durata del corso:

  • dottorandi ( e in generale borsisti e specializzandi post-laurea)

Con esibizione di una lettera di presentazione del docente e una bibliografia di base:

  • laureandi e studenti che hanno bisogno di consultare libri antichi
Tutti gli altri utenti che, pur non rientrando in queste categorie, dimostrino di svolgere una ricerca che renda necessario l'accesso alle Sale, dovranno presentare una bibliografia e la documentazione di un ente che testimoni la loro ricerca o compilare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

Per tutti è sempre richiesta la presentazione di un documento di identità.

Lo studioso riceve una tessera magnetica di colore verde, valida per il periodo di tempo necessario a portare a compimento la sua ricerca e concordato con il responsabile della Sala.


L'apparato bibliografico a disposizione degli utenti in Sala manoscritti è costituito dalla sezione di bibliografia generale dell'apparato delle Sale di consultazione, di cui è parte integrante.


Particolari norme regolano la possibilità di ottenere riproduzioni, secondo la legge 4 gennaio 1993.

  • Durante la consultazione è obbligatorio l'uso della matita.
  • È vietato lasciare il materiale incustodito sui tavoli o affidarlo, anche temporaneamente, ad altro studioso.
  • Il materiale dato in lettura non deve uscire dalla sala.
  • È consentito l'uso di computer portatili purché senza custodia

Il personale della Sala fornisce informazioni sull'apparato bibliografico disponibile, sull'uso dei cataloghi dei manoscritti e dei supporti per la ricerca all'interno dei fondi manoscritti. Il bibliotecario di turno in Sala fornisce anche aiuto nell'interpretazione e datazione dei documenti.

 


Per conoscere l'orario della Sala manoscritti consultare la pagina degli orari della BNCF

bnc-fi.manoscritti@beniculturali.it 




doc. n. 559