La Biblioteca - Servizi - Prestito

 

Prestito diretto
Come previsto dal D.P.R. n. 417 del 5 luglio 1995, art. 50 e seguenti e dal Regolamento interno della BNCF, art. 8, sono ammessi al prestito locale, tramite una registrazione da effettuare all' Ufficio prestito, tutti i residenti nella regione Toscana che abbiano compiuto il 18° anno di età. I servizio è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni che risiedono in Toscana. Per periodi limitati di tempo possono fruirne anche:
a) i cittadini italiani o di paesi comunitari che possono documentare le proprie necessità di studio o di   ricerca e il proprio domicilio nella regione;
b) i cittadini extracomunitari che, oltre a poter documentare le proprie necessità di studio e di ricerca e il proprio domicilio nella regione, siano presentati dal Consolato o dall'Ambasciata o da una istituzione culturale di rilevanza internazionale e siano in possesso della certificazione attestante il periodo di soggiorno.

Per iscriversi al prestito è necessario presentare un documento d'identità valido e la tessera di ammissione alla Biblioteca e documentare il possesso dei requisiti richiesti ai punti precedenti.

Ogni cambio di residenza o di domicilio deve essere tempestivamente comunicato all'Ufficio prestito.

Per motivi di tutela sono dati in prestito i volumi stampati negli ultimi 70 anni ad esclusione degli ultimi 3 anni. Per gli stessi motivi sono esclusi:
- i manoscritti e il materiale raro o collocato in fondi storici o speciali,
- le opere collocate nelle Sale di consultazione,
- le incisioni, le stampe e le carte geografiche,
- le opere in precario stato di conservazione,
- le pubblicazioni periodiche e seriali,
- i volumi superiori a 40 cm e inferiori a 10 cm di altezza e non oltre 6 cm di spessore,
- le pubblicazioni ufficiali dell’amministrazione centrale e periferica dello Stato e degli Enti territoriali,
- le pubblicazioni a dispense,
- il materiale multimediale,
-  i cataloghi commerciali,
- le edizioni musicali e i libretti d’opera,
- le  tesi di dottorato,
- le guide di viaggio,
- le miscellanee legate in volume o gli opuscoli con meno di 50 pagine,
- i dizionari, le enciclopedie, gli atlanti, i repertori bibliografici e catalografici,
- i libri scolastici,
- le opere con allegati o a tiratura editoriale limitata,
- le pubblicazioni con tavole ripiegate,
- il materiale trattato per gruppi ( almanacchi, biografie, strenne, statuti di società ecc.),
- i microfilm negativi e quelli destinati alle Sale di consultazione in luogo del documento originale,
- ogni altro materiale per il quale particolari ragioni sconsigliano l'allontanamento dalla sede.

Possono essere prese in prestito due opere per un massimo di quattro volumi per volta.  Il prestito ha la durata di 30 giorni e può essere rinnovato per ulteriori 30 giorni se il volume non è richiesto da altri utenti.
È vietato cedere ad altri i volumi ricevuti in prestito.

Per effettuare le necessarie revisioni tutti i volumi devono essere restituiti entro il 15 luglio di ogni anno. Dal 16 al 31 luglio non vengono concessi volumi in prestito.

Chi non restituisce puntualmente il volume avuto in prestito è sospeso dal servizio fino alla restituzione del libro stesso.
Chi restituisce il volume danneggiato o lo smarrisce è tenuto, salvo ulteriori sanzioni, al suo reintegro o alla sua sostituzione oppure al versamento di una somma determinata dal direttore dell’Istituto e comunque non inferiore al doppio del valore commerciale del volume.
Chi non restituisce il volume o non lo reintegra è escluso dalla Biblioteca e denunciato all'autorità giudiziaria.

Prestito interbibliotecario

E’ attivo il servizio di prestito interbibliotecario, nazionale e internazionale, tra biblioteche che accettino la reciprocità e si impegnino a rispettare le norme che regolano il servizio. Le opere ricevute o inviate  in prestito nazionale e internazionale possono essere consultate soltanto in sede.

Il direttore della Biblioteca può sospendere il prestito interbibliotecario nei confronti degli Istituti che si siano resi responsabili di ripetute e gravi inosservanze delle norme che regolano il servizio, e chiede il risarcimento in caso di danneggiamento o mancata restituzione dei documenti prestati.

ORARI DEL SERVIZIO E MODALITA' DI RICHIESTA

- lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato: 11,00 – 13,00
(richieste entro le 12,30, sabato entro le 12,00)

- martedì: 13,30 -17,30 (richieste entro le ore 17,00)
  Consegna oraria come al Banco di Distribuzione

CONTATTI:

e-mail: bnc-fi.prestito@beniculturali.it    tel: 055 24919 281

 

 


doc. n. 580