La scomparsa dello storico Paul Ginsborg è un grave lutto per la Nazionale di Firenze.

Presenza costante nelle sue sale, per tutta la sua vita di studioso a Firenze il professor Ginsborg è stato costante sostegno e stimolo per le attività della Biblioteca, sempre attento ai suoi problemi, sempre partecipe alle sue iniziative, fino al suo contributo alla mostra “E tutto sembrava possibile. Il 68 in Italia fra realtà e utopie”.


Anima fin dal suo nascere dell’Associazione dei lettori, sarà triste non incontrarlo più nei corridoi delle Sale di Consultazione o al suo consueto posto di lavoro nella sezione Storia.