La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze partecipa alle Celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri con eventi ed attività sia dal vivo che online e contribuendo ad importanti iniziative presso altri istituti

Dal 25 marzo 2021, in occasione del Dantedì, la Biblioteca propone sul proprio sito istituzionale il progetto digitale dal titolo Ma dimmi chi tu se’. Incontrarsi dentro e fuori la Commedia di Dante.
Il tema dell’incontro è esemplare sia sul piano dello sviluppo del racconto che, al di fuori di esso, su quello dell’avvicinamento all’opera da parte di commentatori, chiosatori, possessori, illustratori e artisti. Il percorso include brevi focus di studiosi di diversi ambiti disciplinari, da cui prenderà spunto, nel corso dell’anno, un ciclo di incontri on line di approfondimento, per generare ulteriori possibilità di dialogare ed ‘incontrarsi’ intorno a Dante e alla sua opera.

Sempre a partire dal 25 marzo e fino al 23 aprile, la BNCF ospita in sede tre opere pittoriche, dedicate rispettivamente all’Inferno, al Purgatorio e al Paradiso, dell’artista Corrado Veneziano, unico artista vivente presente nel programma ministeriale delle celebrazioni del 700° anniversario dantesco. Accompagna questa selezione un abito appositamente realizzato per l’occasione dalla stilista e costume designer Regina Schrecker e ispirato alla figura di Francesca da Rimini.
La selezione, dislocata in punti strategici dell’edificio, sarà visibile esclusivamente agli utenti di BNCF negli orari di apertura dell’istituto e nel rispetto delle misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19: non è possibile accedere ai locali della Biblioteca solo per visionare i pezzi in mostra.

La BNCF collabora inoltre con prestigiosi prestiti alla mostra dantesca che si terrà presso il Museo Nazionale del Bargello «Onorevole e antico cittadino di Firenze». Il Bargello per Dante, che si svolgerà dal 21 aprile al 31 luglio 2021. Forlì: mostra Dante. La Visione dell’arte da Giotto a Picasso, Forlì, Musei San Domenico, 1aprile – 11 luglio 2021 (date che saranno cambiate, vista la situazione)

La BNCF contribuisce con importanti prestiti a svariate iniziative espositive, nazionali ed internazionali:  L’onor di quell’arte. Dante: settecento anni di immaginario figurativo (Firenze, Palazzo Vecchio, 2 dicembre 2021 – 2 marzo 2022); Dante. Gli occhi e la mente. Un’epopea popolare (Ravenna, MAR, Museo d’arte della città di Ravenna, 2 settembre 2021 – 9 gennaio 2022); Dante (Varsavia, Museo Nazionale di Varsavia, 2 dicembre 2021 – 27 marzo 2022).

Con il patrocinio e il contributo del Comitato Nazionale per le Celebrazioni dantesche del 2021, sarà inoltre organizzata a Firenze la mostra Dante e il suo tempo nelle biblioteche fiorentine promossa dalla Società Dantesca Italiana. La mostra si svolgerà contemporaneamente, dal 23 settembre 2021 al 15 gennaio 2022, nelle sedi espositive delle tre storiche biblioteche fiorentine che la organizzano: la Biblioteca Medicea Laurenziana, la Biblioteca Nazionale Centrale e la Biblioteca Riccardiana. Presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, in particolare, nella sezione intitolata Leggere e studiare nella Firenze di Dante: la biblioteca di Santa Croce, saranno riuniti per la prima volta alcuni codici dell’antico patrimonio librario del convento francescano fiorentino di Santa Croce, la cui conservazione è oggi dislocata tra la Biblioteca Medicea Laurenziana e la Biblioteca Nazionale Centrale, allo scopo di permettere di ammirare significativi esempi di autori e opere che contribuirono alla formazione culturale di Dante.

#UnduetreDante è l’iniziativa social che, dal 15 gennaio 2021 e per tutto l’anno dantesco con incontri a cadenza settimanale, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze condivide sui propri canali Facebook, Instagram e Twitter, per ripercorrere la Commedia attraverso i personaggi e i momenti ormai entrati a far parte della memoria collettiva o viceversa meno noti, e con immagini tratte dai più antichi codici e dalle raccolte a stampa della Nazionale fiorentina. Tutti gli appuntamenti intrecciano la narrazione degli episodi dell’opera del Sommo Poeta a quella non meno avvincente della storia e delle vicende degli straordinari documenti delle collezioni della biblioteca, antiche e moderne, che la tramandano.