I. CARTOGRAFIA DEL RINASCIMENTO
Cristoforo Buondelmonti, Liber insularum archipelagi
Ms., cart., prima metà del sec. XV, mm.295x205, ff. VII, 48, III', mutilo al sesto fascicolo di due fogli con perdita di testo e illustrazioni. Iniziali filigranate, di varie dimensioni in rosso e viola; iniziali semplici toccate in giallo; titoli, didascalie, numerazione delle carte in rosso, annotazioni e manicule di altra, posteriore mano.

BNCF Magl. XIII, 7

Cristoforo Buondelmonti nato nel 1386 da una potente famiglia fiorentina, che aveva forti legami con il Levante, si formò con ogni probabilità alla scuola di Guarino ed era legato alla cerchia umanistica di Niccolo Niccoli, con il quale condivise l'interesse per la geografia. Lasciata Firenze, nel 1414 si recò a Rodi, per riscoprire le tracce della antica e civiltà greca e per oltre sedici anni percorse tutte le isole, le città, i monasteri del mare Egeo, Creta, Cipro, l'Ellesponto, Costantinopoli. Frutto di queste lunghe peregrinazioni nella culla della civiltà greca sono due opere storico-geografiche, la Descriptio insulae Cretae, inviata nel 1417 a Firenze a Niccolo Niccoli e il Liber insularum Archipelagi, dedicato a al cardinale Giordano Orsini nel 1420. Il Liber insularum conobbe quattro rielaborazioni, quella definitiva redatta a Costantinopoli nel 1430 (la prima è perduta). L'opera ebbe da subito una grande fortuna --sopravvive infatti in numerosi esemplari manoscritti sia nelle biblioteche italiane che europee; venne inoltre ripresa negli isolari manoscritti e a stampa di fine Quattrocento e del Cinquecento, quali gli Isolari illustrati di Henricus Martellus, di Bartolomeo de li Sonetti e di Giovanni Bordone-- fonda il genere degli isolari, uno dei piu significativi linguaggi rinascimentali di rappresentazione dello spazio; un linguaggio che conbinava e fondeva le forme simboliche della cartografia nautica, della corografia storico-descrittiva con il linguaggio storico-letterario proprio degli itinerari.


Si espone il f. 2v, con la rappresentazione dell'Isola di Corfù.


   
f. 1r ff. 2v, Isola di Corfù ff. 37v-38r, Isola di Lesbo