Laboratorio di restauro

Inventario dell’Archivio del Laboratorio di restauro (1966-1975)

Inventario online dell’Archivio del Laboratorio di restauro della BNCF, nato dopo l’alluvione del 1966: vi è descritta tutta la documentazione relativa al periodo 1966-1975 e inerente il recupero dei libri alluvionati. Di particolare interesse sono le testimonianze scritte dei giorni immediatamente successivi alla calamità.

L’inventariazione è stata eseguita in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana.

Inventari dei fondi alluvionati

In questa sezione è possibile visionare gli inventari ottenuti dalla revisione dello stato dei documenti alluvionati appartenenti al Fondo Palatino e al Fondo Magliabechiano, aggiornati al 13 ottobre 2016.

Gli inventari sono aggiornati periodicamente, tenuto conto del fatto che i libri alluvionati non sono restaurati sistematicamente ma in modo sporadico dagli operatori del Laboratorio di Restauro, molto ridotti nel numero e fortemente impegnati con il materiale impropriamente detto “non alluvionato”.
La quasi totalità documenti appartenenti ad ambedue i fondi è stata sottoposta a lavaggio.
I documenti sono in ordine di collocazione e sono consultabili nei locali del’ex Convento di S. Ambrogio (cfr. Stato dei volumi alluvionati con grafici)

Si mettono inoltre a disposizione del pubblico gli inventari di altri fondi alluvionati: le Miscellanee Magliabechiane, la  segnatura Banco (grandi formati) e le Collane – il vecchio nome delle Collezioni – non restaurate e conservate a S. Ambrogio sottovuoto.

Archivio delle legature

L’ Archivio delle legature “non riutilizzate” (piatti, dorsi ma anche fili di cucitura o capitelli) tiene traccia della gran massa di coperte staccate dai libri alluvionati e conservate a parte nel primo periodo post alluvione.
Successivamente è stato incrementato con un consistente numero di coperte appartenenti a volumi non alluvionati.