Educare alla ricerca, alla lettura, all’uso di documenti e materiali correlati (documenti scritti, antichi e moderni, giornali e riviste ecc.), quali quelli conservati in una grande Biblioteca, può generare la possibilità concreta di una cittadinanza più consapevole e di accessibilità del patrimonio culturale in quanto diritto essenziale di ogni cittadino?

La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze partecipa al Maggio dei libri, la campagna nazionale del Centro per il libro e la lettura di promozione del valore della lettura per la crescita personale, culturale e sociale di tutti, ispirata per questa edizione all’idea di “interrogare il passato, interpretare il presente e immaginare il futuro orientandosi attraverso l’unica bussola che non indica una direzione ma aiuta a riflettere per trovare la propria: il libro”.

L’incontro Esperienze di storia / Storie di esperienze vedrà dialogare  studiosi e docenti di discipline storiche intorno alla lettura delle fonti e all’educazione alla loro interpretazione ed uso.

Le fonti storiche costituiscono quel prezioso materiale da interrogare per ricostruire fatti accaduti e vicende umane. Quali sono le fonti della ricerca storica? Come si possono utilizzare i dati, restituiti  dall’indagine sulle fonti, in una divulgazione accessibile nei contenuti quanto solida nel metodo, e in un insegnamento che non sia di tipo meramente nozionistico e trasmissivo? Come si può fare dell’apprendimento della storia una concreta possibilità di orientamento tra conoscenza del passato, comprensione del presente e progettazione del futuro?

Educare alla ricerca, alla lettura, all’uso di documenti e materiali correlati (documenti scritti, antichi e moderni, giornali e riviste ecc.), quali quelli conservati in una grande Biblioteca, può generare la possibilità concreta di una cittadinanza più consapevole e di accessibilità del patrimonio culturale in quanto diritto essenziale di ogni cittadino?

L’incontro, indirizzato a ricercatori, insegnanti e studenti, e a chiunque sia interessato ad approfondire tali tematiche, intende rispondere a tutte queste domande attraverso il racconto di esperienze che declinano in modi diversi il ricorso alle fonti storiche in relazione ad alcuni possibili utilizzi in chiave divulgativa e didattica.

Accompagnerà le relazioni una selezione di tipologie documentarie conservate nelle collezioni della BNCF in grado, per la loro ricchezza, di rappresentare un lungo arco cronologico e una straordinaria varietà di casi.

Introducono

  • Caterina Guiducci e Simona Mammana, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Intervengono

  • Lorenzo Tanzini, Università degli studi di Cagliari: Ricerca, didattica, comunicazione: un percorso circolare?
  • Claudia Tripodi, Stockholm University: Medioevo a colori. La Storia raccontata in piccole storie
  • Christian Satto, Università per Stranieri di Siena: Una risorsa per la didattica della storia
  • Elena Somigli, docente di Scuola secondaria di primo grado, Istituto Don Milani, Firenze: Storie di classe  
  • Silvia Martini, attrice, MusicArTerapeuta nella Globalità dei Linguaggi, Master Università di Roma Tor Vergata: Il sabato di San Barnaba: esperienze di didattica viva

A conclusione dell’incontro è previsto un focus a cura dello staff della Biblioteca di approfondimento di alcune tematiche affrontate durante i lavori, attraverso un percorso tra alcuni documenti delle raccolte BNCF sul tema: Animali meravigliosi: fonti e documenti per la storia di un bestiario fantastico

L’appuntamento è per sabato 28 maggio, nella Sala Galileo della BNCF, dalle ore 10.30 alle 12.30.
Ingresso libero, fino ad esaurimento posti, da via Magliabechi 2.
Si ricorda che per la partecipazione ad eventi permane l’obbligo di indossare mascherine FFP2.

Illustrazioni di Claudia Tripodi