Il 17 giugno inaugura la mostra “Cento libri mille colori. Emanuele Luzzati nelle raccolte della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze”

In occasione del centenario della nascita di Emanuele Luzzati (Genova 1921-2007), la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze rende omaggio a uno dei più grandi illustratori del Novecento con una mostra che ne ripercorre la carriera artistica attraverso le pubblicazioni conservate nelle sue raccolte.
La mostra, curata da Giovanna Lambroni e Valentina Filice, prosegue fino al 30 luglio presso la Sala Dante della Biblioteca.
Il percorso ricostruisce la produzione editoriale dell’artista genovese dalle giovanili vignette a fumetti realizzate per “L’Israel dei bambini” ai volumi più recenti che accompagnano alcuni dei classici della letteratura mondiale, con raffinate e variopinte tavole realizzate a collage mentre il bianco e nero caratterizza i molti volumi sul mondo e le tradizioni ebraiche.
Filo conduttore è il rapporto di Luzzati con la pagina del libro, che si offre al lettore nella varietà dei registri narrativi e dei riferimenti iconografici, sapientemente costruita in un legame strettissimo con il testo scritto. Le immagini dei suoi libri raccontano una parte importante della letteratura per l’infanzia del Novecento ma anche il teatro, il cinema e la musica del secolo scorso e sono proposti nel loro dialogo con le collaborazioni che hanno segnato tutto il corso della sua vita, da Italo Calvino a Gianni Rodari, da Giulio Gianini a Tonino Conte.
L’esposizione intende valorizzare l’eredità culturale di un grande maestro del XX secolo che ha saputo sintetizzare nell’illustrazione tutti gli aspetti della sua straordinaria esperienza artistica. Suggestioni che mescolano cultura alta e cultura popolare, stili e motivi derivati dallo studio dell’antico, dei mosaici e dei bassorilievi assiro-babilonesi, persiani e bizantini, e dal confronto con le tendenze dell’arte contemporanea, dagli insegnamenti delle avanguardie allo sperimentalismo dei movimenti artistici della seconda metà del Novecento.

Con il patrocinio di Lele Luzzati Foundation e Casa Luzzati di Genova.

Le visite guidate alla mostra sono realizzate dagli studenti del corso di Storia dell’arte contemporanea (Metodologie) del prof. Giorgio Bacci, Dipartimento Sagas dell’Università degli Studi di Firenze.

L’inaugurazione a numero chiuso e su invito si terrà il 17 giugno alle 16.00, interverranno:

  • Luca Bellingeri, Direttore Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
  • Sergio Noberini, Direttore Lele Luzzati Foundation
  • Giovanna Lambroni e Valentina Filice, curatrici della mostra

A seguire due visite guidate, con prenotazione obbligatoria, alle ore 17.00 e alle ore 17.45.
Per info e prenotazioni è necessario inviare una mail entro le ore 18.00 di mercoledì 16 giugno, a
bnc-fi.manifestazioniculturali@beniculturali.it
indicando, in caso di prenotazione multipla, nome e cognome di ciascun partecipante.

Orari di apertura della mostra:
Dal lunedì al venerdì 10.00 – 17.00

L’ingresso avverrà esclusivamente da Via Magliabechi 2.

L’accesso alla biblioteca e alla mostra avverrà nel rispetto di quanto previsto dal “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 presso la BNCF”.


Visite guidate su prenotazione

Nel mese di luglio, è possibile partecipare a visite guidate, con prenotazione obbligatoria su Eventbrite, nelle seguenti date:

venerdì 16 luglio, ore 10.30
martedì 20 luglio, ore 10.00
giovedì 29 luglio, ore 10.30

Le visite alla mostra sono realizzate dagli studenti del corso di Storia dell’arte contemporanea (Metodologie) del Dipartimento Sagas dell’Università degli Studi di Firenze.

L’ingresso avverrà esclusivamente da Via Magliabechi 2.

L’accesso alla biblioteca e alla mostra avverrà nel rispetto di quanto previsto dal “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 presso la BNCF”