In occasione della Festa della Musica 2021, in BNCF la conferenza-concerto di Paolo Munaò: "Gisella Selden Goth: la controversa biografia della musicista ebrea e la sua devozione per Busoni"

Il pianista e studioso Paolo Munaò illustrerà la figura di Gisella Selden-Goth di cui la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze conserva un importante fondo documentario, accompagnando il suo “racconto” con l’esecuzione di brani della stessa compositrice, di Jean Sibelius, Béla Bartòk, Ferruccio Busoni e Mario Castelnuovo-Tedesco.

Gizela (Budapest 1884 – Firenze 1975) si appassionò fin da giovanissima alla musica e la sua formazione musicale è stata fortemente influenzata da Béla Bartòk e da Ferruccio Busoni. Nel 1923, insieme alla figlia Trudy, elesse come sua residenza Firenze e presso la sua abitazione gravitarono le più rilevanti personalità musicali di quegli anni tra cui Arturo Toscanini, Wilhelm Furtwängler, Bruno Walter, Dimitri Mitropoulos.
A seguito della promulgazione delle leggi razziali, fu costretta a trasferirsi a New York e, negli anni di lontananza da Firenze, dove volle tornare al termine del conflitto, intrattenne un intenso scambio di lettere con lo scrittore ebreo austriaco Stefan Zweig.

L’evento è gratuito con prenotazione obbligatoria su Eventbrite.

L’ingresso avverrà da Via Magliabechi, 2.

L’accesso alla biblioteca avverrà nel rispetto di quanto previsto dal “Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 presso la BNCF”.