In occasione della mostra "Dissonanze 1917-1922. Da Caporetto alla marcia su Roma, un paese diviso", la Biblioteca apre eccezionalmente al pubblico per tre appuntamenti serali con il cinema muto degli anni '10 del Novecento.

LE CHIAMAVANO “DIVINE”. Dive e divismo negli anni del conflitto.

  • Venerdì 18 novembre ore 19.15
    Il fuoco, Regia di Giovanni Pastrone (1915, 45’), con Pina Menichelli.
    Presentazione di Cristina Jandelli e Roberto Bianchi (Università di Firenze); accompagnamento musicale di Caterina Pagnini e Marta Poggesi. In collaborazione con Museo Nazionale del Cinema di Torino.
  • Giovedì 1 dicembre ore 19.15
    Ma l’amor mio non muore!, Regia di Mario Caserini (1913, 80’), con Lyda Borelli.
    Presentazione di  Giovanna Lambroni (BNCF). In collaborazione con Cineteca di Bologna.
  • Giovedì 15 dicembre ore 19.15
    Assunta Spina, Regia di Gustavo Serena e Francesca Bertini (1915, 72’), con Francesca Bertini.
    Presentazione di Cristina Jandelli (Università di Firenze). In collaborazione con Cineteca di Bologna

Tutte le proiezioni saranno seguite dalla visita alla mostra Dissonanze 1917-1922. Da Caporetto alla marcia su Roma, un paese diviso.

Iniziativa in collaborazione con Dipartimento SAGAS – Università di Firenze.

Eventi gratuiti con prenotazione obbligatoria su Eventbrite.
Ingresso da via Magliabechi n. 2.

Per informazioni: bnc-fi.manifestazioniculturali@cultura.gov.it

Scarica la locandina dell’evento.