Cambray-Digny

Luigi Cambray-Digny (Firenze 1778 – ivi 1843), architetto, e suo figlio Luigi Guglielmo (Firenze 1820 – San Piero a Sieve 1906).

Donato nel dicembre 1914 da Marianna, figlia di Luigi Guglielmo, il fondo è suddiviso in due parti. La prima, denominata Carteggio, è articolata in 103 cassette; la seconda, in 28 cassette segnate Cambray-Digny Appendice, contenenti pure carteggi, cui si aggiunge una cassetta con quattro volumi manoscritti di Luigi, relativi all’ospedale di Livorno.

Il carteggio comprende migliaia di lettere indirizzate ai due referenti principali del fondo e provenienti da personaggi della politica e della finanza della seconda metà del sec. XIX. Raccoglie inoltre la corrispondenza con Virginia Tolomei Biffi (moglie di Luigi Guglielmo), per un totale di 970 lettere. Alle lettere sono uniti molti allegati dal contenuto vario (progetti di architettura, documenti finanziari per la Regia Tabacchi, per le strade ferrate, abbozzi di discorsi parlamentari etc.).

Strumenti di accesso:

  • Giovanna Lazzi – Isabella Truci, Carte e documenti della famiglia Cambray Digny nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ‟Rassegna Storica Toscana”, 1 (1985), pp. 121-321 (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari, Cat. 81);
  • Catalogo dei Carteggi a schede, accessibile in linea.