Cappugi

Ceduto alla Biblioteca Nazionale nel 1902 dalla vedova di Tito Cappugi, il fondo omonimo è costituito da 623 unità, manoscritte e a stampa. Si tratta in gran parte di materiale di interesse genealogico (prioristi, cittadinarii, genealogie, armolarii), cui si aggiungono stampe, ritratti, libri di feste e carte geografiche.

Strumenti di accesso:

  • Inventario topografico a schede (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ufficio Manoscritti, Cass. 41).
  • Catalogo alfabetico a schede (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ufficio Manoscritti, Cass. 41bis).
  • Repertorio numerico nella Vacchetta Rinuccini etc., ms. (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari), cc. 55-65.
  • Le incisioni sono incluse nel catalogo generale a schede delle stampe e delle incisioni.

Accedi alla risorsa