Carli

Alarico Carli (Firenze 1824 – ivi 1900). Patriota, bibliotecario, storico. Lavorò per lʼAccademia della Crusca e alla Biblioteca Nazionale di Firenze ove collaborò alla compilazione dell’inventario dei manoscritti galileiani.

Il fondo fu donato dagli eredi in due momenti successivi. Un primo nucleo di circa 6.000 lettere, comprendenti la corrispondenza fra il Carli e il principe Baldassarre Boncompagni degli anni 1854-1890, entrò in Biblioteca nel marzo 1900. Una seconda parte, la corrispondenza di Alarico, Evandro e Vitellia Carli, nonché di Gaetano Santucci con il principe Baldassarre (anni 1854-1887), pervenne nel 1902 come dono della moglie Vitellia. Si presenta attualmente suddiviso in 11 cassette di carteggio e 81 volumi di lettere rilegate, per un totale complessivo di circa 15.000 unità.

Strumenti di accesso:

  • Fondo Alarico Carli, inventario dattiloscritto a cura di Alba Del Soldato (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari, Cat.  85).

Accedi alla risorsa