Domenica 11 ottobre torna in Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze la Domenica di carta, l’apertura straordinaria promossa dal MIBACT per valorizzare la ricchezza del patrimonio librario e documentale di archivi e biblioteche statali.

“Una Biblioteca da scoprire” è la formula con cui la BNCF apre straordinariamente al pubblico offrendo dei percorsi di visita dedicati a far conoscere le sue attività e i suoi spazi, per mostrare aspetti talvolta poco noti della vita della Biblioteca e compiere insieme un viaggio ricco di sorprese e novità. 

Visite guidate per piccoli gruppi con prenotazione obbligatoria da effettuarsi su Eventbrite, entro le ore 12.00 del 10 ottobre p.v., della durata di circa 120 minuti.

Ciascun biglietto è valido per una sola persona: è necessario prenotare tanti biglietti quante sono le persone che intendono partecipare alle visite.

Orari delle visite

  • 10.45
  • 11.45
  • 14.30
  • 15.30

Programma

Le visite guidate si svilupperanno presso la Sala Manoscritti, le Sale di Consultazione, la Sala dei Cataloghi e il Laboratorio di restauro, includendo i seguenti focus:

  • Descrivere è (ri)scoprire: le avventure dei catalogatori di manoscritti
    Gran parte dello sterminato patrimonio manoscritto delle Biblioteche italiane è ancora soltanto sommariamente inventariato. La sua descrizione scientifica è in grado di riservare perciò piccole e grandi sorprese. Presso il Settore Manoscritti e Rari saranno presentate le scoperte che sta offrendo un progetto in corso, dedicato al completamento della catalogazione del fondo Palatino.
  • La biblioteca che cresce. Un anno di nuovi arrivi
    La Biblioteca racconta la tutela del patrimonio culturale nazionale, mostrando al pubblico i beni entrati nelle collezioni dello Stato tramite gli acquisti coattivi in esportazione e gli acquisti in antiquariato effettuati nel 2020.
  • Non solo digitalizzazioni: la conservazione della memoria digitale
    Ebook, ejournal, tesi di dottorato, siti web…: i servizi di conservazione del digitale della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e le sfide della trasmissione delle memorie dinamiche.
  • Ritorno al futuro: visite al Laboratorio di restauro della BNCF
    Nato dall’esperienza dell’alluvione del 1966 e stabilito a lungo nella sede esterna di Sant’Ambrogio a Firenze, il Laboratorio di restauro della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze è tornato quest’anno in Biblioteca. Visite alla nuova sede, passeggiando tra le attività di conservazione, prevenzione, manutenzione e restauro delle collezioni.


Alle 15.45
“Presentazione delle principali attività e dei progetti sviluppati dal Settore Manoscritti”
Evento speciale con apposita prenotazione 

 

Si raccomanda la massima puntualità per lo svolgimento delle operazioni di accesso all’istituto e il controllo della prenotazione: prima di entrare, il pubblico sarà sottoposto al controllo della temperatura corporea; se tale temperatura risulterà superiore ai 37.5°, non sarà consentito l’accesso.

L’ingresso avverrà esclusivamente su prenotazione e all’orario stabilito, con mascherina propria.

Info:
bnc-fi.manifestazioniculturali@beniculturali.it
Tel. 055-24919280