Landau Finaly

Formato da 310 manoscritti, da 82 incunaboli, da opuscoli di Martin Lutero, da stampati dei secoli XVI-XIX, da 18 volumi di leggi e bandi medicei, da una selezione di musica e da alcuni oggetti d’arte, il fondo Landau Finaly rappresenta un’ampia porzione della raccolta iniziata dal barone Horace Landau (1824-1903) e proseguita dagli eredi. In gran parte donato al Comune di Firenze da Horace Finaly (1871-1945), è in deposito alla BNCF. Al Landau Finaly propriamente detto si affiancano i fondi Landau Muzzioli e Landau Taibell, composti di materiale danneggiato da un incendio (1925-1926) e acquistati in antiquariato negli anni Sessanta.

Strumenti di accesso:

  • Catalogue des livres manuscrits et imprimés composant la bibliothèque de M. Horace de Landau, a cura di Franz Roediger, I-II, Florence 1885-1890 (descrive 295 mss., non tutti conservati in BNCF).
  • Inventario topografico di tutto il fondo, ms. (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari, Cat. 75).
  • Catalogo alfabetico a schede (cumulativo mss. Nuove Accessioni e Tordi) (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ufficio Manoscritti, Cass. 2/1-5).
  • Inventario alfabetico a schede (per gli stampati) (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ufficio Manoscritti, Cass. 15/1-2).
  • I manoscritti Landau Finaly della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Catalogo a cura di Giovanna Lazzi e Maura Rolih Scarlino, I-II, Firenze 1994.
  • Maura Rolih Scarlino, Contributo a un inventario “virtuale” della biblioteca lasciata da Horace Landau, “Nuovi Annali della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari”, 14 (2000), 147-181 (per i fondi Landau Muzzioli e Landau Taibell).
  • Catalogo degli incunaboli della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, a cura di Piero Scapecchi, Firenze, Nerbini, 2017.
  • Parte delle stampe (comprese le Leggi e Bandi, nonché gli opuscoli di Lutero) è catalogata in SBN e reperibile attraverso l’OPAC BNCF.

Accedi alla risorsa