Targioni Tozzetti

Costituito da 488 manoscritti, il fondo Targioni Tozzetti si è formato attraverso acquisizioni ottocentesche, avvenute a più riprese. I Targ. Tozz. 1-189 striscia 1-234, furono acquisiti nel 1851 da Francesco Palermo, dove costituirono una delle serie della Raccolta Palatina. I Targ. Tozz. 190-363 striscia 235-488 nel 1894 da Desiderio Chilovi, direttore di quella che era frattanto divenuta la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Il fondo conserva i manoscritti e le carte frutto dell’attività scientifica di Giovanni (1712-1783), Ottaviano (1755-1826) e Antonio Targioni Tozzetti (1785-1856), oltre ad alcuni importanti codici di Pier Antonio Micheli (1679-1737).

Strumenti di accesso:

  • Inventario dei manoscritti trovati nella già Biblioteca Palatina di Firenze in questo giorno 1 febbraio 1862 in cui il bibliotecario prof. Atto Vannucci ha preso la direzione della Biblioteca medesima per unirla alla Biblioteca Nazionale a forma del R. Decreto del 22 dicembre 1861, ms., sec. XIX con annotaz. successive, (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari, Cat. 9), cc. 57r-63r (per i Targ. Tozz. 1-189).
  • Schede Palatine. Inventario alfabetico a schede, ms., sec. XIX, (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ufficio Manoscritti, Cass. 10/1-2).
  • Sandra Fontana Semerano – Marzia Schiavotti Morena, Le carte di Giovanni Targioni Tozzetti conservate nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Inventario, Firenze-Milano, Giunta Regionale Toscana – Bibliografica, 1989 (per i Targ. Tozz. 190-241).
  • Inventario dattiloscritto, a cura di Roberta Masini, (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Manoscritti e Rari, Cat. 9e; per i Targ. Tozz. 242-363).
  • Le Selve di Giovanni Targioni Tozzetti. Indici, a cura di Tiziano Arrigoni, Firenze-Milano, Giunta Regionale Toscana – Bibliografica, 1989 (indice dei mss. segnati Targ. Tozz. 189/I-XVII).